Oratorio Sant’Antonio Abate

L’edificio ha subito vari rimaneggiamenti. L’aspetto esterno è del 1600.
Nel 1969, la semplice struttura a sala con soffitto piano a canniccio è stata modificata, come si vede attualmente. All’interno, una tomba terragna del 1769, indica il sepolcro di Francesco Rossi, la cui abitazione confinava con l’Oratorio. A sinistra dell’ingresso, notiamo una grata settecentesca di raffinata esecuzione, attraverso la quale, probabilmente, la stessa Famiglia Rossi poteva assistere alle funzioni religiose.
L’Oratorio, non più adibito al culto, è oggi destinato a sede della Scuola di Musica parrocchiale.

Tratto da Badia Polesine: contributo per la conoscenza della città.
Badia Polesine, Biblioteca Civica G.G. Bronziero, 1993