Gherardo Ghirardini

(Badia Polesine 1854 – Bologna 1920)
Archeologo di fama europea, membro dell’Istituto Archeologico di Berlino, dell’Accademia dei Lincei e del R. Istituto di Scienze e Lettere. Laureato in Belle Lettere, insegnò archeologia nelle Università di Pisa, Padova e Bologna. Si occupò di archeologia veneta, specialmente delle antichità di Este. Uno dei suoi studi più importanti sulla civiltà veneta pre-romana è La situla italica studiata specialmente in Este, fondamentale per la conoscenza della civiltà del ferro in Italia. Le sue numerose pubblicazioni riguardano inoltre le antichità estrusche e pre-etrusche, gli scavi di Volterra, di Tarquinia e di Bologna.
Maestro di Storia di Arte Antica, illustrò capolavori di scultura greca e vasi dipinti; importanti i contributi nello studio di epigrafi romane, di topografia e di architettura, tra i quali è da menzionare la monografia sul Palazzo di Teodorico a Ravenna.
Badia dedica all’illustre cittadino un busto e una iscrizione posti sotto la loggia municipale; è pure ricordato nell’intitolazione della Scuola Media.
Sulla facciata della sua casa natale in Piazza Marconi, nel centenario della nascita viene murata una lapide.

Tratto da Badia Polesine: contributo per la conoscenza della città.
Badia Polesine, Biblioteca Civica G.G. Bronziero, 1993