Diodato Massimo

(Badia Polesine 1846 – Bolzano 1924)

Pittore. Si diploma all’Accademia di Belle Arti di Venezia nel 1872. Trasferitosi nel Trentino, soggiornò ed operò a Rovereto, ad Arco, a Trento e a Bolzano. Dipinse ad olio pale d’altare e quadri di soggetto religioso, ai quali dorava di frequente il fondo. Da ricordare in Polesine: un quadro con S. Filomena nel duomo di S. Sofia a Lendinara, il ritratto del vecchio Antonio Cappellini e una pala d’altare nella chiesa di Roverdicrè. Ritrattista valente. È ricordato dal sacerdote Simone Weber nell’opera Artisti trentini ed artisti che operarono nel Trentino (Trento, 1933).

Tratto da Badia Polesine: contributo per la conoscenza della città.
Badia Polesine, Biblioteca Civica G.G. Bronziero, 1993