Amedeo Bianchi

(Badia Polesine 1882 – Venezia 1949)
Pittore. Frequenta l’Accademia Albertina di Torino. Per venticinque anni si dedica all’insegnamento, pur non trascurando la pittura. Prende parte alla Biennale di Roma del 1921, alle mostre regionali del Veneto, alla Biennale di Venezia del 1924 e per diversi anni alle Esposizioni di Torino. Tiene una mostra personale a Ca’ Pesaro a Venezia nel 1922 e una all’Accademia dei Concordi di Rovigo.
Ritrattista e paesaggista. Nei suoi ritratti, uno dei quali eseguito a Giovanni Verga, sviluppa una straordinaria intuizione psicologica. Molti suoi paesaggi sono ispirati alla Valle d’Aosta e alla Sicilia, regioni che spesso ha visitato.
Nella sua città natale esegue nel 1909 la decorazione del soffitto della Sala Consiliare.

Tratto da Badia Polesine: contributo per la conoscenza della città.
Badia Polesine, Biblioteca Civica G.G. Bronziero, 1993